Tra arancine, isole e vulcani: tour della Sicilia Orientale

Di Gabriele Saluci,

Sono Gabriele Saluci, professione video-blogger, nato e cresciuto in Sicilia. Dopo tanti viaggi intorno al mondo… è arrivato per me il momento di riscoprire casa. Con trivago abbiamo pensato di omaggiare la Sicilia ed è nato così #TheSiciliaExperience – itinerario in Sicilia, un video tour dei posti di cui sono più innamorato diviso tra Sicilia Orientale e Sicilia Occidentale.

A proposito… vorresti andare in Sicilia quest’estate? Scopri come rendere indimenticabile la tua vacanza scegliendo uno dei migliori hotel sul mare in Sicilia!

9 cose belle da vedere nella Sicilia Orientale

    1. La piazza di Marzamemi
    2. La tonnara e la riserva di Vendicari
    3. Ragusa Ibla dall’alto (36.925353, 14.734834)
    4. L’isola di Ortigia
    5. Il mercato del pesce di Catania
    6. Le/gli arancine/i (sennò palermitani o catanesi mi spennano) al pistacchio da mangiare sull’Etna
    7. Il tramonto con vista Isole Eolie dal Capo di Milazzo (38.269471, 15.224729)
    8. Le eruzioni dello Stromboli dalla cima del vulcano
    9. Ci sarebbero le Gole dell’Alcantara, Noto, Taormina e mille altre cose, ma non basta il tempo (cit. secondo paragrafo)

In questo articolo trovate i primi 4 video e i miei racconti del tour in Sicilia (qui la seconda parte del mio viaggio, cosa vedere in Sicilia Occidentale). Ecco la mappa con la prima parte del road tour in macchina nella Sicilia Orientale:

tour sicilia orientale

In ogni video farò vedere le cose che mi hanno colpito di più e nella loro descrizione cercherò di dare qualche suggerimento utile al vostro prossimo viaggio in Sicilia.

Il team di trivago ha scelto per me b&b o hotel con:

  • prezzo contenuto (sotto i 150€ a camera)
  • posizione strategica
  • colazione (deliziosa!)
  • parcheggio a disposizione

Episodio 1: Nei pressi di Ragusa

Mi sveglio a Torrefano, il b&b scelto per la vista spettacolare sulla costa di Marzamemi, per la precisione a Portopalo di Capo Passero. Dato che sono amico di quelli di trivago, posso permettermi il lusso di delegare a un esperto team composto dai migliori conoscitori di alberghi, hotel e b&b, il delicato compito di scegliere le sistemazioni di questo tour. Ogni alloggio è stato selezionato per una particolarità e fare colazione con questa vista è una delle cose più belle che mi siano successe oggi.

Dove dormire a Marzamemi e dintorni

tour sicilia orientale

Torrefano Bed & Breakfast
Contrada Torrefano, Portopalo di Capo Passero

“Qui alla stessa latitudine della costa tunisina, il sole, i colori, il caldo che dà le allucinazioni evocano qualcosa di molto simile al Mal d’Africa data la vicinanza con le coste del continente africano”

Scoprilo su trivago!

Tutti gli hotel in zona


Cosa vedere a Ragusa e dintorni

I prossimi episodi saranno lungo la costa, quindi in questa prima parte del road tour in Sicilia mi tuffo alla scoperta di alcuni paesini dell’entroterra. Per prima cosa passo da Ragusa Ibla, nella speranza di vedere la maestosa Cattedrale. Per fortuna è ancora lì, non si è mossa fin dal tardo settecento. Mi piace perché sorge su una piazza non troppo grande ed è circondata da altri edifici: è come un ciccione che cerca di nascondersi dietro un palo: vorrebbe, ma non ci riesce perché è splendida ed enorme. Questo articolo inizia a riempirsi sempre più di raffinatezze.

tour sicilia orientale

Dopo un giro tra i vicoli, una breve sosta all’interno della cattedrale aver visto il panorama della città vecchia da qui (36.925353, 14.734834), percorro una novantina di chilometri, sono diretto a Piazza Armerina. Se non perché mi ha dato i natali, dovreste visitare questo posto perché è incantevole. È un paesino appoggiato su una collina, con una cattedrale costruita in cima appositamente per ricordare un capezzolo, almeno questa è la mia l’impressione.

Se non vi piacciono le viuzze medievali in pietra che collegano un’infinità di chiese o non vi trovate ad agio con una popolazione dall’età media di novanta anni (in realtà la media è più bassa di quella nazionale, ma sembra ci siano solo anziani, è un posto tranquillo), potete visitare la Villa Romana del Casale. Qui ci sono dei mosaici e una villa patrimonio dell’umanità, turisti da tutto il mondo e un sacco di souvenir. Sono contento di questo fermento.


Episodio 2: Nei pressi di Siracusa

Sveglia a Siracusa. Giuggiulena è tra i posti più belli in cui abbia mai dormito. Questo posto non “vicino” al mare, non ha “vista mare”, ma è “sul” mare e dalla finestra ci si può bagnare.

Dove dormire a Siracusa

tour sicilia orientale

Giuggiulena Bed & Breakfast
Via Pitagora da Reggio, Siracusa

“un luogo segreto, un’oasi di serenità e bellezza a strapiombo sul mare in compagnia delle onde e della luna”

Scoprilo su trivago!

Tutti gli hotel in zona


Cosa vedere a Siracusa e dintorni

La prima tappa di questa puntata è Capo Passero, il punto più a Sud della Sicilia. Tecnicamente l’Africa è a nord e più giù di qui non si può: per la gente del posto i tunisini sono polentoni. Risalendo verso nord, a circa 10Km, troviamo Marzamemi. Questo posto sembra esser stato costruito per permetterci di fotografarlo: la piazza è semplice e perfetta. Il mio corpo si è scatenato in reazioni distinte in varie parti, solo il cervello resta lucido, e mi chiede come deve esser stata la vita qui quando non era solo un posto turistico.

13Km a nord si incontra la Riserva di Vendicari. Vale la pena fermarsi a dare un occhio. È un posto molto curato e gli amanti dei birds lo troveranno interessante dato che potranno fare tanto watching. La gente normale invece potrà fare un giro tra quello che resta di una vecchia tonnara e sdraiarsi su una spiaggia pulita con un mare cristallino. Io sono stato particolarmente fortunato perché ho beccato il “set” di un pre-diciottesimo che, oltre ad essere un fenomeno antropologicamente interessante… no, non so come finire la frase.

tour sicilia orientale

Andiamo a Noto. È noto che Noto sia nota per una cosa nota, ma noto che sono capitato nel momento sbagliato, permettetemi una nota: la città è un gioiellino, ma c’è una cosa chiamata infiorata che la rende ancora più interessante (si svolge a maggio – qui qualche info). Come sempre sono capitato prima dell’evento e sono riuscito a perdermi i tappeti enormi di fiori e petali che formano dei disegni per strada e sulle scalinate.

La giornata termina a Ortigia, l’isola che racchiude il centro storico di Siracusa. So che ho già usato gli aggettivi “delizioso, interessante, splendido”, ma non potrei non ripetermi. Non scrivo così bene perché sono siciliano e cose di cui lamentarmi ne avrei a bizzeffe, ma la Sicilia è perfetta, e nessuna strada mal asfaltata, nessuna macchina in tripla fila, nessun autobus che non collega le città potrà togliere fascino a questo posto.

Oggi ho percorso circa 70Km in macchina nel mio road tour e visitato alcuni dei punti più interessanti della zona, senza correre troppo.


Episodio 3: Nei pressi di Catania

Dove dormire a Catania

Mi sveglio nel cuore di Catania (che è anche il nome del b&b) con l’alba che bussa alla finestra. Dal balcone si vede tutta la città, l’Etna e, come se non bastasse, il mare.

tour sicilia orientale

Nel Cuore Di Catania Bed & Breakfast
Via Crociferi, Catania
“situato in una delle strade piu’ antiche di Catania emblema del barocco catanese”

Scoprilo su trivago!

Tutti gli hotel in zona


Cosa vedere a Catania e dintorni

Ancor prima di fare colazione bisogna andare al mercato del pesce, proprio sotto Piazza del Duomo, a due passi da qui. Al contrario di molti posti dove i mercati si sono convertiti in trappole per turisti, qui è tutto vero, anche perché non mi vengono in mente molti motivi per cui dei turisti debbano comprare del pesce fresco. Il posto è folkloristico e fotogenico; i pescivendoli gridano e scherzano col loro catanese che ha una cadenza piacevole e musicale. ‘mbare.

Non avendo tempo per fare una passeggiata nel centro di Catania, (e comunque l’ho vista mille volte, voi dovete andare) salgo in macchina. Sono diretto al Rifugio Sapienza, il punto più alto dell’Etna raggiungibile in auto. Un posto che non dovreste perdere lungo questa strada è la Pasticceria Condorelli di Belpasso (via Vittorio Emanuele III, 532). Le/gli arancine/i non mi fanno impazzire, ma quelle al pistacchio di questo posto sono incredibili. Sono carissime per gli standard siciliani, circa 2€, ma il pistacchio è un bene raro e i soldi sono ben spesi.

Arrivati in cima potete lasciare la macchina nei parcheggi gratuiti (anche se c’è un parcheggiatore abusivo storico che chiede qualche euro) e scegliere se:

  • spendere 63€ per prendere la funivia e un bus speciale fino alla base del cratere;
  • salire a piedi (almeno 6 ore e credo sia molto faticoso, sabbia pietre e tanta pendenza);
  • non salire (tanto per il cratere vero e proprio ci vogliono delle escursioni speciali) e fare una passeggiata attorno ai crateri Silvestri, facilmente raggiungibili a piedi. Anche da qui la Sicilia si vede bene e siamo a circa 2/3 dell’altezza.

Cosa vedere a Taormina e dintorni

Il mio viaggio in auto continua, stavolta in discesa. Prendo la strada che va a Taormina, che dista circa 60Km. Taormina è la città più turistica di questa parte di Sicilia: tutto è pulito, lucido, elegante e ordinato. Di Taormina mi piace: la vista sull’Etna e la costa dalla piazza principale, i vicoli e il Teatro.tour sicilia orientale

Di Taormina non mi piace: i negozi di lusso e le vetrine scintillanti, i ristoranti impomatati e i prezzi esagerati. Lascio queste cose ai pensionati tedeschi e russi e mi godo un gelato visitando le prime cose che ho citato.

Dove dormire a Taormina

Nel video non l’ho potuto inserire per questioni narrative, ma ho passato una notte nel b&b Villa Moschella, proprio sotto Taormina e a due passi da Isola Bella, un posto speciale.

tour sicilia orientale

Villa Moschella Aparthotel
via nazionale 240, Taormina

“un luogo incantevole in una zona sul mare di Taormina”

Scoprilo su trivago!

Tutti gli hotel in zona


Direzione Milazzo

Sono davanti a una scelta:

  • prendere la statale 185 che attraversa i Nebrodi e regala panorami assurdi e una tranquillità unica e permette di visitare Montalbano Elicona (uno dei borghi più belli d’Italia);
  • prendere la litoranea o l’autostrada e visitare Messina.

Avrei preferito la prima soluzione, ma è la strada che ho fatto l’anno scorso in moto, per cui faccio il giro da Messina. Dopo una visita veloce in città, aver passeggiato a Capo Peloro (il secondo vertice che tocco della Sicilia) ed aver fatto un selfie sotto al gigantesco pilone, continuo verso Milazzo.

Che io sappia, i siciliani non hanno una buona considerazione di questa città. Sarà per colpa della raffineria, non so. Eppure il centro storico è molto affascinante, la Piscina di Venere è di una bellezza sconvolgente e il sole tramonta proprio dietro le isole Eolie. Non credo si possa volere molto di più dalla vita, ma io sono fortunato e mi capita una bella cosa. La festa di San Francesco da Paola che qui è molto sentita, e come tutte le cose molto sentite in Sicilia, la gente si adopera per organizzare processioni, fuochi d’artificio, bancarelle e poi inizia a cantare inni religiosi. Dicevo di essere fortunato perché la festa sarebbe dovuta essere ad aprile, ma è stata rinviata a causa del cattivo tempo, o della mia visita.

? Dove dormire a Milazzo

tour sicilia orientale

L’Alberghetto Bed & Breakfast
via Umberto I 208 Milazzo
“ogni camera è un inno al colore, alla spensieratezza, alla bellezza delle cose semplici”

Scoprilo su trivago!

Tutti gli hotel in zona


Episodio 4: Le Isole Eolie

Le Eolie. Questo arcipelago meriterebbe un viaggio ad hoc, ma mi accontento e cerco di usare il poco tempo a disposizione per arrampicarmi sullo Stromboli.

Alloggiando a Lipari, l’isola più viva, per raggiungere il vulcano ho dovuto attraversare un bel tratto di mare a bordo di una piccola barca. Dopo una breve sosta nella carissima Panarea (8€ un panino imbottito con pomodori secchi e formaggio), sono arrivato a Stromboli, che non è altro che la punta dell’omonimo vulcano e che sembra galleggiare sul mare. Cammino per le stradine della città fino ad arrivare all’ufficio di Magma Trek. Da qualche anno la salita, e strano che non lo fosse già da prima, è regolamentata ed è necessario affidarsi ad esperti.

Scopri il miglior hotel sul mare 2016 della Sicilia, si trova proprio alle Isole Eolie!

Dove dormire a Lipari

tour sicilia orientaleCutimare Hotel ★★★★
Via Mazzini, Lipari Italia

“un luogo tranquillo dove puoi rilassarti, mangiare bene e sano, fare sport e divertirti”

Scoprilo su trivago!

Tutti gli hotel in zona


Stromboli è uno dei vulcani più attivi e famosi della crosta terrestre ed è possibile arrivare in un punto più alto rispetto ai crateri, e quindi caderci dentro o beccare in testa lava o lapilli. Non posso perdere l’occasione di esser sfregiato in modo epico per cui decido di mettermi nelle mani di Lorenzo, la guida che mi accompagnerà in cima. Sono obbligatori gli scarponi col collo alto – che io non ho, ma che ho potuto affittare in un negozio vicino. Con 12€ prendete sia gli scarponi che i funghi, è un affare.

tour sicilia orientale

Avrei potuto imparare molto da Lorenzo, che lungo la salita non ha smesso di condividere il suo sapere, ma ero distratto da quello che il mio cuore provava. Il paesaggio e la vista sul mare mi hanno riempito di amore per il mondo, ma il vero problema al cuore era che stava quasi per esplodere. D’accordo, sono solo mille metri e quattro orette di salita, ma a ogni passo emettevo gli stessi versi delle tenniste professioniste durante un match importante. A rendere tutto più comico era che miei compagni di scalata non sembravano esser toccati dallo sforzo, e sto parlando di ultrasessantenni tedeschi. Ora, non so se crauti e salsicce abbiano un impatto positivo sull’organismo, ma tutti i tedeschi che ho visto in vita mia erano coriacei come fanti, e non lasciatevi ingannare dai sandali, i calzini bianchi e le pance prepotenti.

Dopo qualche ora e qualche centinaio di migliaia di battiti cardiaci io, i funghi, i tedeschi e Lorenzo arriviamo in cima. Credo sia la cosa più stupefacente che si possa vedere e che 28€ possano comprare al mondo (28€ è il prezzo della salita). Il vulcano è attivo e a intervalli regolari esplode mentre noi siamo poco sopra e riusciamo a vedere l’interno dei crateri e la lava. Il sole tramonta proprio dietro a questo spettacolo unico, per di più siamo a mille metri sul mare, proprio in cima al mondo. Non esistono attimi del genere, neanche a pianificarli.

Quello che è scritto sopra e i video rispondono alla domanda che nessuno mi ha mai fatto “perché adesso adori la tua terra?”.


Non è finita qui… prosegui il viaggio in Sicilia Occidentale con Gabriele!


Altre ispirazioni siciliane?

La luna? Meglio Pantelleria!

Hotel sul mare a San Vito Lo Capo