Come risparmiare a Parigi? #SfidaLowCost – Gabriele Saluci

Di Gabriele Saluci,

Stavolta per la Sfida Low-cost sono andato (mi hanno mandato) a Parigi.

Gi ordini erano semplici:

  1. andare a Parigi per 3 giorni con 250€;
  2. andare a Parigi per 3 giorni con 250€ e una ragazza.

Insomma… fare una gita romantico-low-cost a Parigi… risparmiare a Parigi senza perdersi niente!

Prima dei suggerimenti su cosa fare e come risparmiare, godiamoci però questo terzo capolavoro della webserie, tanto, tanto atteso.


Beh, saggi, saggi suggerimenti. Mi raccomando, prima di partire assicuratevi di avere una ragazza.

8 consigli per conquistare una donna a Parigi

8 consigli per conquistare una donna a Parigi – Guardate il video, vi aprirò un mondo!

1. La mia Parigi romantica

Parigi è bella, sì, e, senza stare a sentire le coppiette appena tornate, cerco di spiegarvi veramente il perché…

Questa cosa della Parigi romantica poi non l’ho capita… Che cosa fa di una città una città romantica? Non ascoltate le coppiette innamorate pucci-pucci che lo dicono senza cognizione di causa, in balìa delle cose chimiche che gli bruciano il cervello e delle tempeste ormonali. Non è che ci siano i cuoricini-cini-cini e gli orsacchiotti tenerelli-elli-elli in giro per la città e tutti se ne vadano in giro canticchiando e saltellando.

Ascoltate invece uno che la Parigi romantica se l’è sognata ad occhi aperti perché una ragazza a Parigi non è riuscito a portarla; anche la mia vera ragazza m’ha “paccato” (era in Polonia)… La mia gita è stata parzialmente romantica/immaginaria, vale lo stesso?

A Parigi camminerete tanto tanto, scordatevi le scarpe coi tacchi. Tornate coi piedi per terra dentro scarpe brutte (perché, sì, più brutte sono più comode sono). Parigi è ricca di storie sanguinose ed eventi che hanno cambiato la nostra civiltà, non so cosa ci troviate di romantico… Notre Dame sulla Senna. La città è un capolavoro, su questo siamo tutti d’accordo.

La mia compagna era Sarah, che non è la mia ragazza, ma una mia vecchia amica conosciuta in Irlanda (bla bla bla una storia lunga) a cui ho fatto il grandissimo favore di permetterle di apparire in un video eccezionale.

Gabriele Saluci e Sarah #SfidaLowCost

Io e Sarah

Sì, mi sono fatto pregare molto ma alla fine ha vinto e ha interpretato la ragazza mandatami da trivago per mostrare a voi, cari amici, la mia Parigi romantica.

Romanticismo a Parigi

Vero romanticismo a Parigi: guardate qui!

In realtà sono io che le devo un grandissimo favore perché Sarah è italiana, ha studiato e vive a Parigi da una decina d’anni e quasi tutti i consigli che leggete qui e che avete visto nel video sono roba sua. Io mi sono messo comodo e l’ho seguita in giro per Parigi.

Io, gobbo di Notre Dame

Io, gobbo di Notre Dame (senza Sarah)

2. La mia #SfidaLowCost

Sono stato 3 giorni e due notti; non racconto cosa ho fatto perché è tutto tutto nel video, mi limito a dire che:

2.1. Volo

Ho preso un volo low cost da Milano per 39€ andata e ritorno. Milano Malpensa-Paris Beauvais. Da lì poi si prende un autobus per Parigi a 31€ (comprandolo su internet). Perché allora non andare a Parigi Parigi? Perché i voli low cost normalmente arrivano nello scalo più piccolo e in media con 40/60€ fai andata e ritorno nei giorni che vuoi.

Ryanair Milano-Parigi

Ryanair: Milano Malpensa -Parigi Beauvais

2.2. Hotel

Il mio hotel. Si chiamava Grand Hôtel Doré in avenue Daumesnil, l’ho scelto perché si chiamava Grand Hotel e perché era bello stare in un avenue, io che da bambino abitavo in via degli Appennini… L’hotel era a due passi dalla metro, punto molto a favore. Era anche un bellissimo tre stelle con una buonissima reputazione su trivago (anche questo faceva parte della sfida!).

Avrei dovuto pagare 94€ a notte ma, visto che era una matrimoniale e che questo sarebbe dovuto essere un viaggio romantico, mi è stato possibile fare un complicato conto matematico per compartire le spese. Quindi 94€ 1/3 x^3 tg x^3 + 1/3 log(cos x^3) + c, fa circa 47€ a notte. Nell’offerta c’era la colazione e, anche se la camera dal video può sembrare piccolina, vi ricordo che a Parigi vivono 22 mila persone ogni chilometro quadrato e in alcuni quartieri c’è gente che ha i letti verticali. La cosa che ricordo con più piacere? La doccia… formidabile!

Grand Hôtel Doré

Cliccate per scoprire il Grand Hôtel Doré – l’hotel della #SfidaLowCost a Parigi

2.3. Paris Visite

Questa è la card trasporti che costa 10€ un giorno, 17€ due giorni, 24€ ecc ecc. Comprarla conviene perché ogni biglietto costa 1,7€ e un blocchetto da 10 ticket costa 13€. Considerate che per vedere Parigi è indispensabile spostarsi con i mezzi per cui…

2.4. Recap delle spese

In totale ho speso 240 di 250€, così suddivisi:

  • 39 volo;
  • 31 bus per Parigi;
  • 94 l’hotel;
  • 17 la card trasporti;
  • 7 il primo pranzo;
  • 4 la prima cena;
  • 3,5 creme brulee;
  • 3,5 saucisson romantico;
  • 5 la barca romantica a Lac Daumesnil;
  • 11 la torre di Montparnasse;
  • 4 la Tour Eiffel;
  • 18 la cena romantica;
  • 3 li ho persi lungo la strada, boh.

3. Le cose gratis (e quasi gratis) a Parigi per giovani squattrinati innamorati

  1. Se siete studenti sotto i 26 anni, nel weekend comprate la Paris Jeunes, che con 3,5€ al giorno vi permette di spostarvi in tutta la città con qualsiasi mezzo.
  2. Se siete studenti sotto i 25 anni probabilmente dei musei non ve ne frega niente; eppure, se vi va di vedere la Gioconda e la vera Venere gommosa dei Simpson (meno conosciuta come la Venere di Milo), sappiate che al Louvre entrate gratis. Se ci tenete, anche le esposizioni del Musée d’Orsay sono gratis… Gli altri, quelli un po’ più avanti con l’età se la possono cavare con poco: 12€ il Louvre, per esempio, mentre Museo d’Orsay e il Museo Nazionale Picasso sono gratuiti la prima domenica del mese
  3. Se avete voglia di rilassarvi o di approfittare di un concerto gratis potete andare ai Giardini del Lussemburgo.
  4. Se avete più tempo, andate a Versailles, la famosa reggia, che è gratuita in settimana.
  5. A Parigi i cimiteri sono una meta piuttosto turistica (e gratuita): se per esempio andate al Père Lachaise, sempre che non si siano spostati, potrete trovare Jim Morrison, Gay Lussac, Frederic Chopin, Marcel Proust e un certo Oscar Wilde. Io sono andato, in maniera molto romantica, al cimitero di Montmartre dove è sepolto, tra gli altri, Émile Zola. La cosa che mi ha rassicurato, che non mi fa sembrare pazzo, è che i turisti ci sono e all’ingresso c’è la mappa con la posizione dei vari morti; un po’ come Muoribilandia.
  6. Salire sulla Tour Eiffel è bello, sì, ma l’ho detto nel video e lo ripeto, la Tour Eiffel non si vede. Per cui salite sulla Montparnasse Tower: per 11€ (prezzo studenti, 14 adulti) potrete godere di una Parigi non monca (come lo sarebbe, invece, senza la famosa torre). Quanta filosofia c’è in me.

    Parigi: la Torre Eiffel

    Cosa sarebbe Parigi senza la Torre Eiffel???

  7. Se la vostra ragazza insiste che rompe i maroni che vuole per forza salire sulla Tour Eiffel, portatela, ma fatela salire a piedi. Le scale arrivano al 2° piano (4€ studenti) e non sembra neanche di faticare. Per salire in cima bisogna prendere per forza l’ascensore. Fidanzata capricciosa o no, salire fa un bell’effetto. Occhio alle saldature!
  8. Questo è un vero trucco che solo i parigini conoscono: se andate in centro, vicino alla fermata metro Saint-Lazare o Havre-Caumartin c’è un centro commerciale che si chiama Printemps. Salite all’ultimo piano, il 9°, dove c’è la terrazza, un bar e un ristorante (economici tutto sommato): da lì potrete vedere tutta Parigi… gratis. Unico prezzo da pagare è che non c’è l’ascensore… sarebbe troppo facile. Dovete farvi 9 piani di scale mobili attraverso tutti i negozi, ma, fidatevi, ne vale la pena.
  9. Il Lac Deumesnil. Questa è un’altra cosa che nessun turista conosce; infatti, quando ho portato, anzi, quando sono stato portato “dalla mia ragazza” lì, c’erano solo francesi. È un lago in mezzo alla città, alla fine de Avenue Daumesnil, dove avevo l’hotel, metro Port Doree. A 10€ affittano graziose barche romantiche e il posto è molto carino.

Se siete arrivati fin qui, siete dei romanticoni: state cercando dei trucchetti per stupire la vostra ragazza a Parigi; voglio vedere se poi le dite che questi trucchi ve li ho dati io (o meglio Sarah).

4. Ultimo consiglio: guide gratuite!!!

Qualche parigino volenteroso si offre di farvi gratuitamente da guida, si chiamano Greeters, www.parisgreeters.fr

5. Ringraziamenti

Ringrazio Sarah, ovviamente, per tutti i consigli e perché senza di lei il video non sarebbe nato: è stata brava a recitare ma soprattutto ha avuto una pazienza disumana nel seguirmi tutto il giorno.

Grazie anche a Willow, il suo ragazzo cieco (solo nel video) e Sascha Athos Proietti, quel simpaticone che, mentre stavo per baciare la principessa a Notre Dame, giusto giusto mi ha interrotto.

Gabriele, Sarah e Willow

Io, Sarah e Willow

Prossimo episodio!

Aspettiamo di vedere che succede ora che devo andare a 3.000Km da casa. Sopravviverò? Lo saprete molto presto!!!

Ecco tutti gli episodi della serie:

  1. Barcellona – 200€ (3 giorni tutto compreso – Guardate qui)
  2. Malta – 250€ (4 giorni tutto compreso… anche l’immersione! Guardate qui)
  3. Parigi – 250€ (3 giorni tutto compreso)
  4. 4 giorni a 3.000km con meno di 10cent al km – 300€ (4 giorni tutto compreso – Guardate qui)

Cercate un hotel a Parigi?

Date un’occhiata a questo link!

Leggete anche…

1. Episodi precedenti della #SfidaLowCost

2. Alla scoperta di Parigi