I migliori hotel di lusso a Milano. Toglietevi lo sfizio!

Di Simone Sacchini,

In medio stat virtus diceva qualcuno (non so bene chi, ma l’ho studiato una volta all’università… e, se ricordo bene, non si riferiva alla forza del centrocampo della Juve), però non sono mai stato troppo d’accordo (ehm, non sul centrocampo della Juve: quello è veramente forte!)… penso infatti: perché dovrei accontentarmi se posso avere il meglio? 

Anche voi la pensate come me? In questo post raccogliamo i migliori hotel di lusso di Milano (della serie il meglio del meglio… non basta che siano hotel lussuosi… devono essere anche i migliori!).

The Westin Palace

Maestosa facciata in marmo rosso, raffinatezze neoclassiche, per la categoria “hotel che sono anche opere d’arte”. Lusso nel lusso: in dieci delle trentuno suite del The Westin Palace potrete avere il vostro bagno turco privato.

Voglio andarci!

Dalla vostra Presidential Suite potrete avere una vista spettacolare sul Duomo di Milano. Io di solito mi sveglio e vedo dalla mia finestra il terrazzo del mio dirimpettaio in canottiera, solitamente intento a grattarsi compulsivamente le ascelle… vi invidierò tanto, sappiatelo!

Capitolo palati fini? Il Casanova del Westin Palace, è uno dei ristoranti gourmet più apprezzati di Milano e potrebbe rientrare tranquillamente nella lista dei consigli su dove mangiare assolutamente a Milano.

SevenStars Galleria Hotel

La mattina vi alzate dal letto, vi stiracchiate, stropicciate gli occhi, vi affacciate alla finestra e… vedete Corso Vittorio Emanuele II! “Cosa??? No, non può essere!”… vi date un pizzicotto… “CACCHIO! Fa male! Allora è vero!”. Solo a questo punto ricordate: avete prenotato al SevenStars Galleria Hotel, boutique hotel di lusso a Milano situato all’interno della Galleria con la G maiuscola… nonché unico albergo in Italia all’interno di un monumento nazionale!

Voglio andarci!

Cof cof! “E adesso cos’è questo rumore? Chi è che fa questi finti colpi di tosse per attrarre l’attenzione?” Ah, giusto, il maggiordomo personale a vostro servizio esclusivo. Vi sentite quasi la signora in giallo nella limousine con l’onnipresente Ambrogio e vi vien voglia di cioccolatini! Se non è lusso questo?

Principe di Savoia

Nome nobiliare, hotel non da meno: il Principe di Savoia  è un hotel lussuoso affacciato sulla centralissima Piazza della Repubblica. A caratterizzarlo un’imponente facciata neoclassica ed il fatto di essere, ormai da cento anni (già negli anni ’20 lo era!), punto di riferimento per i viaggiatori internazionali.

Voglio andarci!

Più che spendere troppe parole, lasciamo parlare l’eleganza assoluta che trapela in questa foto. Trattatevi da principi!

Four Season Milano

Tutti a dire che non ci sono più le mezze stagioni! Ci sarebbe da dire che però ci sono “Four Season” hotel… niente male (nella stessa accezione in cui si può intendere “niente male” riferito alla Divina Commedia di Dante: “niente male questa robetta che hai scritto, Dantuccio!”).

Parola chiave “eleganza“… pensate al salone, il Foyer, le cui pareti sono ornate dai bozzetti di Filippo Peroni, realizzati per il Teatro della Scala. Ci vuole sempre un… colpo di teatro, no?

Spa, piscina interna, sala fitness, sette sale riunioni… manca altro? Ormai vi conosco: se non proverete a metter zizzania, non sarete contenti e allora chiederete una cosa assurda tipo “Io anche il bagno in marmo voglio!”… rimarrete però di sasso quando al Four Season Milano vi sorprenderanno dicendo: “ok, nessun problema, altre richieste?”.

Park Hyatt

Guardate qui sotto la foto dell’ingresso di questo deluxe hotel a Milano! Una cosa è per me uscire di casa tutte le mattine e trovarmi a dieci minuti a piedi (a corsa) dal mezzo di trasporto più vicino (mi hanno anche rubato la bici, ieri! Secondo me è stato il dirimpettaio… vi ho già parlato di lui…), tutt’altra sarà per voi uscire e ritrovarvi subito su Galleria Vittorio Emanuele II (se vedete una bici grigia da donna, fatemi un fischio… sì, ho una bici da donna, ah, sì, avevo).

Voglio andarci!

Ambientato in uno sfarzoso palazzo classico ottocentesco, il Park Hyatt è decorato con rifiniture in travertino (utile scrivere post su hotel fighi: si impara la parola “travertino”… fino a ieri credevo che fosse il nome di un vino bianco!) e presenta interni progettati da Ed Tuttle (uno che fa cose fighe).

Boscolo Milano

Del Boscolo abbiamo parlato già in un paio di occasioni, ma non possiamo non nominarlo anche qui! Non è colpa nostra… è colpa loro: fosse meno… fosse meno tutto!?! È che si merita un posto in tutte le classifiche: tra i migliori hotel design di Milano, tra le più esclusive SPA in hotel al mondo, tra i migliori hotel di lusso di Milano… ci manca solo di trovarlo candidato agli Oscar (Di Caprio suda già freddo: nuova nomination senza statuetta in vista per lui!).

Voglio andarci!

Lusso e contemporaneità, eleganza, arte e design, in uno slogan questo è il 5 stelle di Corso Matteotti.

Carlton Hotel Baglioni

Arredato in modo a dir poco raffinato con pezzi d’antiquariato e drappeggi lussuosi, il Carlton Hotel Baglioni dà direttamente su Via della Spiga. Rinomato il ristorante il Baretto, dove si incontrano politici internazionali, giornalisti, stilisti e VIP. Io ai miei amici dico sempre “ci troviamo giù al baretto tra un’ora”… forse per questo mi danno sempre buca: io scendo al semimalfamato bar sotto casa a buttare stipendi risicati in macchinette mangiasoldi, probabilmente truccate (mai che abbia vinto un centesimo… è statisticamente possibile?), loro se ne vanno a incontrare personaggi illustri a Milano al Carlton Hotel Baglioni.

Voglio andarci!

Date un’occhiata alla foto qui sotto: che salottino non male, èh?


Altro su Milano?

  1. I migliori hotel design di Milano
  2. Cosa fare a Milano