Grand Hotel Sitea, un capolavoro a prova di Leonardo

Di Simone Sacchini,

Un hotel che si mette in mostra in una città che si mette in mostra: il Grand Hotel Sitea è pronto ad accogliervi con la sua lussuosa eleganza per farvi apprezzare ancor di più le bellezze del capoluogo piemontese.

Grand Hotel Sitea

Costruito agli inizi del Novecento nel cuore di Torino (fu una grossa mole di lavoro!), il Grand Hotel Sitea è un quattro stelle di lusso divenuto fin da subito punto di riferimento per premi Nobel, scrittori di fama mondiale e musicisti.

Un esempio? Un certo Louis Armstrong (mentre preparavo il post l’ho detto, tutto entusiasta, a mio fratello, “sto scrivendo dell’hotel di Louis Armstrong!”, mi ha risposto, colpitissimo: “il ciclista dopato?”… no, non è un grossissimo esperto di musica… né di ciclismo, aggiungerei).

GHS, Camera Deluxe


Lusso d’altri tempi

Posso dirvi la mia: qui rivivrete le atmosfere del lusso storico della Torino nobile… vi basterà una regal passerella (trolley alla mano) nella nobiliare hall dell’hotel tra divani in pelle, luci soffuse e tappeti raffinati per “entrare nel personaggio”: pretenderete da subito di esser chiamati Arciduca, che vi diano del Voi e chiederete in reception di prenotarvi una carrozza (tornerete in voi soltanto quando alla reception vi risponderanno: “intende forse un taxi?”).

GHS, la hall


Camere per tutti i gusti

Tutte le 120 camere sono elegantemente arredate in stile classico. Le Deluxe sono inoltre dotate anche di angolo salotto nonché della possibilità di abbinare camere comunicanti. Se voleste un trattamento veramente principesco, la Classic Suite è composta da due ambienti separati e due bagni (utilissimo nel caso il vostro partner passasse metà dell sua esistenza in doccia e voi metà della vostra ad inveire contro di lui).


Il patio, il centro congressi e quello fitness

Una piccola oasi di verde prende vita con il patio dell’hotel: avventuratevi lì alla ricerca delle mascotte dell’hotel, delle simpaticissime tartarughe di terra. L’albergo è inoltre dotato di centro congressi e sale eleganti e raffinate in cui organizzare eventi di classe, nonché di fitness room, aperta 24h su 24, 7 giorni su 7, con attrezzature Technogym di ultima generazione.

GHS, il Patio


American Bar

Aperitivo di lusso? Al Grand Hotel Sitea potrete godervelo all’American Bar: se volete far colpo su una ragazza, portatela qui e andate di champagne e finger food. Se invece siete molto più british style, sempre all’American Bar, vi aspetta il tè delle 5 con piccola pasticceria (per chi, come me, ha passato l’infanzia costretto dalla propria sorella a sorseggiare tazzine di tè immaginario, potrebbe esser la volta buona per rifarsi in grande stile… ehm, sì, ho avuto un’infanzia non propriamente virile).

GHS, il bar


Ristorante Carignano

Raffinato anche il ristorante dell’hotel, arredato in stile impero, con menu stagionale e prodotti tipici, il cui fiore all’occhiello è la sala Carlo Alberto che richiama i tradizionali club inglesi. Un consiglio: a colazione deliziatevi con le ricette della ricca tradizione dei maestri confettieri, già fornitori della Real Casa. E ancora: marmellate, yogurt biologici di produzione artigianale e salumi tipici piemontesi. Che aspettate? Non fate i salami e prenotate qui!

GHS, il Ristorante Carignano


Leggete anche…

  1. Se a novembre scegliete Torino, non dimenticate di far tappa al Torino Film Festival
  2. Scoprite in questo post l’hotel del mese di ottobre