Da fare almeno una volta nella vita: dormire in un trullo

Di Serena Giust,

Vacanze in Puglia? Dove dormire, cosa vedere, le migliori spiagge: tutto in una pagina.


Sì, lo so che siete pieni di cose da fare almeno una volta nella vita, ma insomma… stabiliamo delle priorità. Potete sempre rimandare la scalata dell’Himalaya a quando avrete una preparazione accettabile e concentrarvi ora su un obiettivo fattibile. Tipo andare in Puglia e dormire in un trullo, meno pericoloso e più rilassante.

I trulli sono nati come umili costruzioni contadine, dove colui che coltivava la terra poteva riparare gli attrezzi da lavoro e riposare; all’interno gli spazi erano angusti con soppalchi adibiti a ripostigli e pavimento in terra battuta. Hanno l’aspetto di abitazioni bianche a calce oppure in pietra viva, con il tetto grigio a forma di cono. Le spesse mura li rendono freschi d’estate e caldi d’inverno, praticamente perfetti.

Dormire in un trullo

Li potete trovare nella Puglia centro-meridionale, accostati gli uni agli altri a formare un complesso oppure in singole strutture. Alberobello, la capitale dei trulli per eccellenza, è oggi Patrimonio Mondiale dell’Umanità.


Trulli Terra Magica – Putignano

In molti di voi probabilmente ricordano Putignano per il suo famoso Carnevale…. ma perché non scoprire la città, i dintorni e le tradizioni anche d’estate? Il punto di partenza ideale è questa costruzione del ‘700 posta sulla sommità della collina da cui ammirare il paesaggio pugliese. Ci troviamo infatti a due passi da Castellana Grotte, Polignano a Mare, Alberobello e a metà strada dai meravigliosi centri del nord barese, della Valle d’Itria e del Salento.

Vedete le offerte!

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!

La mattina, quando aprirete la finestra, vi arriverà il profumo delle torte appena sfornate da Micaela e potrete assaggiare le sue deliziose marmellate fatte in casa e i frutti raccolti nelle campagne; Beppe invece saprà consigliarvi sui luoghi più belli dei dintorni. Entrambi vi aspettano con l’ospitalità ed il calore tipici del soleggiato sud.

 

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!


La Chiusa di Chietri – Alberobello

Questo lussuoso hotel 4 stelle è situato in un Parco Mediterraneo di 10 ettari: conta ben 150 camere e 12 trulli del Seicento. L’hotel sorge all’interno di un’ampia vallata in cui la temperatura è sempre stata tra i 2/3°C in meno rispetto al paesino. Da qui nasce il nome Chiusa, sinonimo di “chiusura” ovvero piccola valle, mentre Chietri deriva da “chietrare” ovvero raffreddare.

Vedete le offerte!

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!

La scelta è quindi tra le modernissime camere e i 12 tipici trulli dimora del ‘600, simbolo della cultura pugliese. Il primo a sorgere fu il trullo centrale, caratterizzato dal pregio di essere a due piani (oggi divenuto una suite), abitato a quel tempo dal contadino capo famiglia, che lavorava le terre circostanti. Attorno a questo nacquero gli altri con l’esigenza di ospitare la famiglia… che ben presto divenne una vera comunità rurale.

La maggior parte delle stanze oggi si affaccia sui giardini. Potrete tuffarvi tra piscine interne ed esterne, rilassarvi al centro benessere, cenare nel raffinato ristorante o sorseggiare un cocktail in terrazza. Durante i mesi estivi è anche previsto un servizio spiaggia presso uno stabilimento vicino, per non farvi mancare proprio nulla.

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!


Le Alcove – Alberobello

Nella capitale dei trulli, Alberobello, c’è un luxury hotel immerso nella tradizione ma dotato di tutti i comfort moderni. I trulli originari erano costruiti a secco senza l’utilizzo della malta e oggigiorno, dopo un accurato restauro condotto da maestri pietrai, ospitano 8 suite. L’hotel prende il nome da una delle caratteristiche dei trulli: la presenza di “alcove”, ovvero punti della stanza riparati da un arco e protetto da tende, dove anticamente venivano posti i letti.

Vedete le offerte!

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!

Quando aprirete la porta di questa struttura, più che in un trullo sembrerà di entrare in una favola. Ogni stanza ha il nome di un antico mestiere (il poeta, la tessitrice, il cantastorie, la levatrice…) e si differenzia per la forma architettonica. A colazione vi verranno servite prelibatezze artigianali e prodotti tipici del territorio: salumi, mozzarelle, burrate, stracciatella, focaccia, friselle, frutta, yogurt, brioche, ciambelle, crostate…

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!


Trulli Holiday – Alberobello

Ci troviamo nel pieno centro di Alberobello, immersi nei trulli. Le camere qui hanno i soffitti a volta e il tetto conico, arredi d’epoca e diverse dimensioni: dai piccoli e romantici rifugi per due, ai grandi e spaziosi trulli familiari.

Vedete le offerte!

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!

Il personale vi consiglierà i migliori itinerari turistici tra le perle della Valle d’Itria, ma anche siti enogastronomici, sagre e manifestazioni popolari! Qui le tradizioni e la gioia di vivere sono di casa, una vacanza in Puglia non la dimenticherete facilmente.

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!


Masseria Cervarolo – Ostuni

Sapete da dove trae origine il nome di questa masseria? Dai tanti cervi che popolavano le zone della Murgia. La struttura venne costruita nel XVI secolo e ospita un corpo centrale, dei trulli con camere all’interno e giardino, e una piccola chiesetta annessa con altare barocco ed affreschi.

Vedete le offerte!

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!

Le attività che si possono svolgere qui sono molteplici: laboratorio di cucina, degustazioni d’olio, wine tasting, itinerari a piedi e percorsi in mountain bike.

PS: c’è (ma non si vede) anche una magnifica piscina!

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!


Masseria Beneficio – Ceglie Messapica

Da antica masseria dell’Ottocento a piccolo hotel di charme grazie al lavoro di maestri pietrai che l’hanno restaurata nel rispetto dei dettagli originali. La masseria ed i trulli sono stati edificati nella prima metà dell’800 e venivano usati come ricovero per diversi animali, tra cui pecore e capre, utilizzate per la produzione di formaggio.

Probabilmente al tempo non c’era la grande piscina… ma a noi non dispiace mica! Da qui è possibile godere delle giornate estive, respirando il profumo dei frutti del giardino e del grande uliveto che la circonda.

Vedete le offerte!

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!

Se il profumo degli agrumeti vi farà venir fame, non preoccupatevi: sembra che in questa zona dell’alto Salento si mangi benissimo! La ricca colazione nelle giornate estive è servita nel porticato e durante il giorno potrete seguire le lezioni di cucina della massaia per scoprire i segreti della tradizione pugliese.

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!


Quis ut Deus – Crispiano

Nel cuore della Valle d’Itria, a Crispiano, si trova questa splendida masseria con centro benessere circondata da tipici trulli. Le camere sono dieci e la più spettacolare è la Suite dell’ulivo, con vasca e doccia Jacuzzi da due posti. Anche le camere “Alberi” non passano certo inosservate, guardate la foto qui sotto: sono caratterizzate da letti molto suggestivi creati da rami e radici fossili.

Vedete le offerte!

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!

Ma non è tutto! Buttate un occhio al lato del letto: ogni camera ha al suo interno una lampada di sale Himalayano e uno ionizzatore naturale per il benessere e il relax del vostro sonno. Una volta svegli, non preoccupatevi: il sogno continua nel centro benessere tra bagno turco, vasca Kneipp e idromassaggio.

Cliccate e scoprite la struttura su trivago!


Leggete anche…

  1. Le migliori spiagge della Puglia? 800 km tutti da scoprire
  2. Il Salento, le Maldive della Puglia!
  3. Un’estate sullo sperone della Puglia: benvenuti sul Gargano!